mercoledì 26 settembre 2007

Einstein doveva essere proprio un genio...

Non sono abituata ad arrabbiarmi con chi non c' entra nulla con i miei guai. Parlarne sì, lo faccio spesso. Certe volte esagero a sfogarmi come se solo io avessi dei problemi, certe altre, nonostante i miei guai, provo a dare una mano a chi mi sta a cuore. Poi, però, in una serata disperata in cui non trovo nessuno, scoppio drammaticamente davanti ai miei genitori e qualcosa devo raccontarla, vogliono spiegazioni.
E più non parlo e più chiedono.
Allora inveisco contro di loro e mentre un senso di sconforto mi stritola il cuore, vorrei solo che i sassi avessero le orecchie.
Nel frattempo ho perso una parte di serenità.

Poi nel bel mezzo dei miei pensieri ne avanza uno meno strambo del solito:
Un sasso ha una vita terra terra, qualcuno lo definirebbe sfigato, però, se arriva dritto in faccia fa degli squarci che per cicatrizzarsi ci vuole minimo un trentennio.

"Tutto è relativo" diceva Einstein.